Giardini botanici Hanbury

    Se vi trovate nell’estremo ponente ligure, al confine con la Francia, non potete perdervi una visita ai Giardini botanici Hanbury, un parco bellissimo che si estende per 18 ettari su tutto il promontorio di Capo Mortola.

    I giardini, grazie alla protezione delle montagne e alla buona esposizione, accolgono piante provenienti da tutto il mondo con più di 5800 specie di piante ornamentali, officinali e da frutto. Thomas Hanbury, grazie alla fortuna realizzata in Cina con il commercio di spezie, tè e seta, acquistò il podere con l’antico palazzo, ormai in rovina. L’architettura dei giardini è legata a Ludovico Winter che fu inviato dal vivaista Charles Huber di Hyéres a lavorare per Thomas Hanbury.

    Dal 1960 il complesso è proprietà dello Stato Italiano e dal 1987 è affidato all’Università degli studi di Genova.

    Consigli utili

    Per la visita ai Giardini, consigliamo di seguire le frecce poste sul percorso, in particolare quelle rosse per scendere e quelle blu per risalire. In questo modo non vi perderete nemmeno uno scorcio del parco.
    Verso il fondo, a ridosso del mare, è presente un piccolo bar dove poter fare una sosta e pranzare. Per chi ha deciso di portarsi il pranzo al sacco è presente anche una zona picnic con tavoli e panche all’ombra degli alberi dove poter fare una sosta.

    Come arrivare a Villa Hambury

    Autostrada A10 Genova – Ventimiglia: uscita Ventimiglia. SS 1 Aurelia direzione Francia Ponte San Luigi (circa 7 km)

    Vota e scrivi una recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *