Il sentiero per Monesteroli

  • Difficoltà: Medio
  • Tempo: 1 ora
  • Dislivello: 415mt

A metà strada tra Riomaggiore e Portovenere, nel Parco Nazionale delle Cinque Terre, sorge Monesteroli, un piccolo agglomerato di cantine e piccole case a picco sulla scogliera.

La sua posizione inaccessibile e l’aria antica che si respira in questo gioiello della Liguria, rendono Monesteroli un angolo di paradiso incontaminato tra il blu del mare e il verde della macchia mediterranea.

Il nostro percorso parte dalla piccola chiesa di San Antonio, dove inizia una strada carrabile in discesa che costeggia il versante di Tramonti e arriva nel piazzale del famoso Menhir.

Il Menhir di Tramonti

Monesteroli

Conosciuto come il Menhir del Diavolo, è considerato da alcuni studiosi come opera di antiche popolazioni liguri che lo eressero con funzione sacra. Di fronte al menhir, cristianizzato con una croce di ferro, vi sono i resti de la “posa”, dove i contadini si liberavano del carico portato in spalla e prendevano fiato.

Nelle vicinanze, scavato nel monte, è presente un ricovero completato con grosse pietre a secco.

 

Da qui parte il sentiero n° 536 (ex 4d) che scende rapido lungo una mulattiera immersa nel fitto bosco di lecci.
Continuando a scendere si incrocia poi il bivio con il sentiero n° 535 proveniente da Campiglia. 

Qui il paesaggio si apre a picco sul mare e immerso nei vigneti e il sentiero scende ripido sui gradini di arenaria, costruiti dagli antichi contadini delle Cinque Terre, fino ad arrivare alla Scalinata Grande, composta da più di 1200 scalini.

La scalinata di Monesteroli

MonesteroliLa scala grande è un monumento alla fatica dell’uomo nello scosceso territorio di Tramonti. Un ripido percorso su un costone affilato sino alle ultime cantine nel caratteristico nucleo contadino.

“L’uomo ti costruì pietra su pietra, or ridiscendi al mar, non trattenuto da prometei umani incatenati. Pampini verdi ed acini infuocati, tra i sassi brulli di Tramonti ascoso, sono spenti ricordi inariditi.

Prende con man dolosa la natura ciò che fu tolto a lei nei tempi andati: scende e ruina poggio dopo poggio verso il bel mar che assale e che disgrega. L’antico leccio torna a sua dimora, verde selvaggio copre ormai la china là dove un dì vedevasi la vigna.

Il vecchio contadino si dispera: ode del padre il triste urlar nel vento quasi volesse esprimere il tormento per questa terra tanto amata e cara.”

Terminata questa straordinaria scalinata, ecco apparire il piccolo borgo di Monesteroli, aggrappato ad uno sperone di roccia a strapiombo sul mare.

Qui anticamente si vinificavano le uve raccolte dalle vigne circostanti e sembra incredibile come i contadini riuscissero a trasportare i cesti d’uva lungo la scalinata con un dislivello di 415 metri!

Dopo aver goduto del panorama straordinario e della tranquillità unica di questo luogo, non resta che riprendere fiato e affrontare il percorso all’inverso, impresa tutt’altro che rilassante… Ma di sicuro ne è valsa la fatica!

 

5 recensioni

  1. Luogo di una straordinaria bellezza.

    Luogo di una straordinaria bellezza consigliato, da farsi in giornata!

  2. Tramonti di Campiglia

    Non esiste solo Monesteroli a Tramonti, in realtà ci sono ben 15 discese a mare, certo Monesteroli è un delle più facili da raggiungere e meno soggetta a frane, ma, a mio parere, non certamente la più bella, che, per me, è indiscutibilmente Albana.

  3. 2000 scalini per un paradiso

    Io sono stato alla spiaggia del Persico, sotto l’abitato di Campiglia e vi dico che è uno spettacolo della natura, anche se bisogna scendere 2000 scalini irregolari… però ne vale la pena

  4. Un posto meraviglioso

    Scendi scendi scendi a volte con vertigini ( almeno per me ) ma il paradiso questa volta sta laggiù, in basso…

  5. Bellissimo. Partiti da Riomaggiore siamo arrivati a Campiglia passando per il sentiero interno. Da Campiglia siamo tornati indietro per il sentiero che passa a mezza costa. A metà circa si incontra l’indicazione per scendere in questo magnifico borgo.
    Siamo scesi fino in fondo e nella piccola baia abbiamo fatto il bagno immergendoci in acqua di un verde trasparente unica.

Vota e scrivi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *