Monastero di Valle Christi

    Il monastero di Santa Maria in Valle Christi è una delle poche testimonianze dello stile gotico presente in Liguria nella frazione di San Massimo, poco distante dal centro di Rapallo.

    Il monastero venne fondato nel 1204 sulla proprietà donata all’arcivescovo da Tibe e Altilia De Mari. L’abbazia, costruita in stile gotico francese e composta di un’unica navata, appartenne prima alle monache Cistercensi e quindi alle Clarisse di Sant’Agostino.

    Nel 1568, con bolla papale di Pio V, il monastero fu sconsacrato e, una volta abbandonato dalle religiose, venne utilizzato ad uso abitativo e agricolo.

    Oggi il paesaggio suggestivo ospita eventi teatrali e concerti promossi dall’Associazione culturale Valle Christi, che dal 2003 ha lo scopo di contribuire al rilancio culturale della città di Rapallo.

    L’atmosfera lugubre e il quasi totale abbandono del luogo, ha fatto nascere la sua leggenda.

    Si narra infatti che in tempi antichi una suora, follemente innamorata di un pastore, venne meno al suo giuramento di castità rimanendo incinta e per questo venne murata viva insieme alla sua bambina in una cella del convento.

    C’è ancora chi sostiene che nelle notti senza luna si possano sentire spaventosi lamenti giungere dalle mura del monastero…

    Vota e scrivi una recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *