Valloria e le sue porte dipinte

    Se vi trovate vicino a Imperia, nel ponente ligure, vi consigliamo una visita al piccolo borgo di Valloria nel comune di Prelà in Val Prino, famoso per essere il paese delle porte dipinte.

    Infatti, a partire dal 1994, per risollevare la vivacità del posto, nasce l’idea di invitare pittori locali e internazionali a dipingere vecchie porte di stalle, magazzini e cantine dislocati nei carruggi del vecchio borgo.

    Ad oggi le porte dipinte sono più di 150, oltre a un grande murale all’ingresso del paese e gli artisti si contendono ogni anno un posto per poter contribuire con la loro creatività al fascino di questo paese.

    Per vedere gli artisti all’opera, vi consigliamo di visitare il paese nel primo weekend di Luglio, dove, in occasione della festa del paese “A Valloria fai baldoria”, ogni anno alcuni artisti si aggiudicano una “tela” da dipingere a cielo aperto.

    Merita una visita anche il piccolo museo delle “Cose Dimenticate”, allestito nell’ex oratorio santa Croce del 1587, dove sono esposti tanti preziosi reperti della vita quotidiana antica: attrezzi domestici o degli artigiani, antichi tessuti lavorati a mano, strumenti contadini e per la produzione dell’olio.

    In particolare all’ingresso si trova uno strumento musicale molto curioso, la “ripercussiva”, una specie di pianoforte artigianale costruito da Giacomo Pisani (1886-1959), l’inventore del paese, che con soli materiali di riciclo riuscì a fabbricare strumenti musicali e macchine fotografiche davvero uniche.

    Come arrivare a Valloria

    Uscire al casello di Imperia Ovest dell’autostrada A10 Genova-Ventimiglia. Proseguire per circa 15 km in direzione Dolcedo e Prelà e seguire le indicazioni per Valloria.

    Vota e scrivi una recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *